Smart cities, le applet di Louisville

2 Lug 2019

Home 9 Energia 9 Smart cities, le applet di Louisville

Articolo aggiornato il 23 Settembre 2020

Avevamo già parlato di Santander, in Spagna, esempio di smart cities europea. Leggete l’articolo su Santander Smart Cities. Oggi parleremo di Louisville, in Kentucky, nel cuore degli Stati Uniti.

A Lousville è stata implementata, per la prima volta negli States, la piattaforma IFTTT (If This Then That), un protocollo di applet che si attivano in determinate condizioni.

Cos’è il protocollo IFTTT?

Come spesso accade la definizione giusta arriva proprio dal Web, da Wikipedia: IFTTT è un servizio web gratuito che permette la creazione di semplici catene di condizioni, chiamate applet. Una applet viene attivata da altri servizi quali Gmail, Facebook, Instagram o Pinterest e può ad esempio inviare un messaggio e-mail quando l’utente utilizza un hashtag in un tweet oppure può inviare una copia di una foto di Facebook ad un archivio quando l’utente viene taggato in essa. IFTTT è un acronimo per If This Then That (ovvero se questo accade allora fai accadere quello).

Cosa succede a Louisville?

A Louisville si è resa possibile una una connessione diretta tra città e abitazioni intelligenti. Ad esempio: se c’è un emergenza in una determinata zona tutte le luci delle abitazioni smart cambiano colore. Ma l’iniziativa più interessante è l’installazione e la messa in rete di filtri dell’aria installati in varie zone della città e nelle abitazioni, per avere dati in tempo reale sulla qualità dell’aria.

Per approfondire potete leggere questo articolo

Contattaci

Contatto commerciale
reCAPTCHA
Consulta la nostra Informativa sulla Privacy

Altre news

Videoconferenze sempre più semplici

Videoconferenze sempre più semplici

Una ricerca di mercato stima che, in media, negli ultimi sei mesi ogni persona ha usato per lavoro sei diverse piattaforme per videoconferenze, con le conseguenti difficoltà che tutti, almeno una volta abbiamo provato. ClickShare è una soluzione ideata da Barco che...

Industria 4.0: il condition monitoring

Industria 4.0: il condition monitoring

Tra le varie tecnologie e gli scenari dell’Industria 4.0 esiste anche il cosiddetto “condition monitoring”, che in italiano potremmo tradurre come “manutenzione secondo condizione” o, ancor meglio: “manutenzione predittiva”. Il condition monitoring è un nuovo...

Contributi per la sicurezza delle imprese

Contributi per la sicurezza delle imprese

Dal 6 al 20 settembre 2021 si potranno inoltrare alla Camera di commercio di Bologna le domande per il contributo dedicato all'acquisto di sistemi e servizi di sicurezza per micro e piccole imprese, consorzi e reti di imprese. Il monte complessivo dei contributi è di...