NEWS

Impianti fotovoltaici: un bando per le imprese agricole

Notizia aggiornata il: Set 15, 2023 @ 12:39

E’ stato pubblicato il cosiddetto bando “Parco agrisolare” 2023. Viene stanziato 1 miliardo di euro di risorse dedicate in parte alle aziende agricole (anche agriturismi) e in parte ad aziende che trasformano prodotti agricoli. Noi di OBS Italia, in partnership con ENI Plenitude-Sea, possiamo seguire le fasi progettuali e burocratiche di “accompagnamento al bando” e la successiva realizzazione “chiavi in Mano”.

Si prevede un contributo a fondo perduto fino all’80% per la realizzazione di:

  • Impianti fotovoltaici sui tetti di fabbricati (inclusi agriturismi) da 6kWp fino ad 1 MWp.
  • Sistemi di accumulo fino a 100.000 € di spesa e di colonnine di ricarica elettrica fino a 30.000 € di spesa.
  • Interventi di rimozione e smaltimento dell’amianto.
  • Possibilità di autoconsumo condiviso o cessione dell’energia.

Perché partecipare al bando “Parco agrisolare”?

Il bando “Parco agrisolare” è una grande opportunità per cominciare a prodursi l’energia in autonomia e diventare indipendente da quel mercato che, negli ultimi tempi, ha registrato notevoli aumenti nei costi dell’energia. Con il contributo dell’80% sulle batterie di accumulo si potranno inserire nel bando anche questi dispositivi e tutta l’energia prodotta di giorno e non immediatamente consumata, potrà essere utilizzata di notte o nei giorni di brutto tempo. Il contributo comprende anche le colonnine per la mobilità elettrica, si potranno così ricaricare gratuitamente i mezzi di lavoro o, nel caso di un agriturismo, si potrà dare questo servizio anche ai clienti. Passare al fotovoltaico, inoltre, è una scelta sostenibile per l’azienda e per l’ambiente.

La parte burocratica del bando

Il processo per la domanda non è una pratica che si può fare in autonomia, per questo è necessario appoggiarsi a professionisti ed esperti nel settore e in questo caso le pratiche sono seguite direttamente da ENI Plenitude, di cui siamo Platinum member.

I costi vivi da sostenere per partecipare al bando “Parco agrisolare”

Affidandosi a noi l’azienda agricola dovrà sostenere il solo costo delle spese necessarie al progetto e a tutto l’iter burocratico fino all’ottenimento del contributo GSE, quindi per le seguenti attività:

  • Sopralluogo e analisi della situazione energetica
  • Predisposizione di tutta la documentazione amministrativa e verifica dei requisiti di partecipazione
  • Predisposizione della documentazione tecnica per tutti gli interventi richiesti
  • Monitoraggio degli esiti del bando e delle agevolazioni concesse

Tutta questa fase preliminare e di accompagnamento avrà un costo di soli 1.000 €.

Se domanda avrà buon fine assieme a ENI Plenitude provvederemo alla realizzazione “chiavi in mano” dell’impianto fino alla connessione e all’allaccio in rete, con materiale di prima qualità e con la garanzia dell’esperienza maturata nella realizzazione di decine di impianti fotovoltaici e dell’affidabilità di ENI Plenitude.

Dopo quanto tempo arriva il contributo?

Il contributo sarà erogato in un’unica soluzione al completamento dell’intervento.

Compila il form per avere maggiori informazioni


Bando Parco Agrisolare 2023