NEWS

Un milione di euro a fondo perduto per nuovi impianti fotovoltaici

Notizia aggiornata il: Set 15, 2023 @ 12:39

Arriva dalla Camera di Commercio di Bologna un fondo di 1.000.000 di Euro destinato a contributi alle imprese per la realizzazione di impianti fotovoltaici e/o eolici per la produzione di energia da fonti rinnovabili. I contributi sono rivolti alle micro, piccole e medie imprese bolognesi per finanziare l’installazione di impianti fotovoltaici e/o micro e mini eolici (eventualmente combinati a sistemi di accumulo) sui tetti, sulle coperture o nelle pertinenze degli immobili in cui si svolge l’attività aziendale.

Le domande di contributo possono essere inviate a partire dalle ore 11:00 di martedì 12 settembre 2023 e fino alle ore 13:00 di giovedì 21 settembre 2023. 

Gli investimenti devono essere finalizzati principalmente all’autoconsumo dell’impresa e alla riduzione dei costi sostenuti per l’approvvigionamento energetico. Tuttavia, nell’ottica di favorire anche le forme innovative di produzione, condivisione e consumo di energia tra imprese (Comunità Energetiche Rinnovabili), il regolamento prevede la possibilità di agevolare la realizzazione di impianti di autoproduzione di energia da fonti rinnovabili con capacità superiore al fabbisogno energetico reale del sito produttivo oggetto del progetto d’investimento. Per tali iniziative si potrà beneficiare di un incremento dell’importo stabilito come limite massimo di contributo concedibile, a condizione che venga provata la condivisione dell’energia prodotta nell’ambito di una C.E.R..

Le Comunità Energetiche Rinnovabili – CER –, nate in seguito all’emanazione del decreto legislativo 8 novembre 2021, n. 199 che recepisce direttiva 2018/2001/UE del Parlamento europeo, sono costituite da un insieme di utenti – anche imprese – che, tramite la volontaria adesione ad un contratto, collaborano con l’obiettivo di produrre, condividere, consumare e gestire l’energia attraverso uno o più impianti di generazione locale, con l’obiettivo di generare benefici ambientali, sociali ed economici a scala locale.

Come OBS Italia ci proponiamo per seguire la progettazione e realizzazione degli impianti fotovoltaici, nonché il disbrigo delle pratiche burocratiche per ottenere il contributo. Abbiamo inoltre acquisito esperienza e competenze nel seguire la nascita e la gestione di Comunità energetiche.

Soggetti Beneficiari del bando

Micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità locale nell’area metropolitana (ex provincia) di Bologna, regolarmente denunciata all’Ufficio Registro delle Imprese della CCIAA di Bologna, attive al momento della presentazione della domanda e in regola con il pagamento del diritto camerale annuale e con la posizione INPS ed INAIL.

Spese ammissibili

I contributi devono essere riferiti alle spese, già sostenute tra il 01/01/2023 e la data di invio della domanda, o che l’impresa richiedente prevede di sostenere entro il 30/09/2024, per:

  • spese sostenute per la fornitura e l’installazione di nuovi impianti fotovoltaici e/o micro/mini eolici destinati prevalentemente all’autoconsumo del sito aziendale. Ai fini del presente contributo per prevalente si intende un autoconsumo su base annua di almeno il 70% dell’energia prodotta nel periodo, fatto salvo il consumo condiviso in una CER in cui tale soglia minima di autoconsumo non si applica. Sono ammessi i costi per l’acquisto dei materiali, il trasporto e l’installazione;
  • in aggiunta alle spese di cui alla lettera a): spese tecniche inerenti all’intervento finanziato, quali ad esempio la diagnosi energetica, la progettazione, la direzione lavori, le spese di collaudo, nel limite massimo del 20% di tutte le spese ammissibili;
  • in aggiunta alle spese di cui alla lettera a): sistema di accumulo collegato all’impianto, nel limite massimo del 20% di tutte le spese ammissibili;
  • in aggiunta alle spese di cui alla lettera a): rimozione con smaltimento delle coperture in cemento amianto, nel limite massimo del 10% di tutte le spese ammissibili.

Sono ammissibili solo le spese per l’acquisto e l’installazione di impianti nuovi, non sono ammissibili adattamenti di impianti già esistenti. Le spese di cui alle lettere b), c), d) di cui sopra sono ammissibili solo se direttamente correlate a quelle di cui alla lettera a).

Consulta il bando sul sito della Camera di Commercio

Compila il form per avere maggiori informazioni


Contributi fotovoltaico