Da alcuni mesi OBS Italia ha stretto un rapporto di collaborazione professionale con Uniser, una cooperativa sociale che, fin dal 1998, promuove la mobilità formativa, ovvero esperienze all’estero per studenti di scuole ed enti di formazione. Ogni anno migliaia di ragazzi italiani e stranieri, grazie ad Uniser, lavorano e si formano a migliaia di km da casa, in questo modo torneranno arricchiti professionalmente, linguisticamente e culturalmente. OBS Italia, stringendo la partnership con Uniser, ha avuto la possibilità di ospitare per un mese un ragazzo polacco, il quale ha potuto toccare con mano il lavoro di una realtà ad alta tecnologia come OBS Italia.

“Come ho già ribadito in altre occasioni, il ruolo di un’azienda sul territorio deve guardare oltre i risultati economici di bilancio e fatturato – spiega Stefano Spagnesi, direttore di OBS Italia -, bisogna avere un ruolo attivo e positivo nel tessuto sociale e professionale nel quale si opera, per promuovere una crescita, sia culturale che economica, sia a livello locale che, come in questo caso, a livello internazionale.”

Sebastian Deska ha lavorato fianco a fianco con i tecnici OBS Italia, seguendo due commesse dalla fase di progettazione fino alla realizzazione, compreso un periodo di lavoro in cantiere. Ha avuto a disposizione le avanzate tecnologie di cui dispone OBS Italia in un percorso formativo-professionale che di certo potrà arricchire il suo curriculum.
“In un momento storico dove si torna a parlare di muri e confini, la collaborazione con Uniser va in direzione opposta – afferma Spagnesi -, ma ci va in un modo estremamente concreto, promuovendo un flusso internazionale di esperienze professionali che arricchisce tutti. Non nascondo che, ospitare Sebastian Deska, è stata un’esperienza stimolante anche per il nostro team.”

“La nostra è una cooperativa che propone tirocini formativi totalmente finanziati dal programma Erasmus+ – spiega Sandro Geracitano, di Uniser -. La nostra cooperativa promuove e organizza questo tipo di esperienze, perché vogliamo che per le nuove generazioni andare a formarsi all’estero diventi qualcosa di normale, un diritto e non un privilegio per pochi.”
E’ sufficiente navigare sul sito Uniser.net per rendersi conto di quanto successo abbia questa iniziativa e, leggendo le testimonianze dei ragazzi, quanto possa essere importante per loro.

“Vogliamo portare l’Erasmus in tutte le scuole d’Europa – conclude Geracitano -, stiamo crescendo, abbiamo appena aperto una sede a Bologna, ma per raggiungere questo obiettivo abbiamo bisogno di implementare le nostre collaborazioni con le eccellenze del territorio. Per questo siamo grati ad OBS Italia, che ci permette di allargare la nostra proposta con una realtà professionale ad alto contenuto tecnologico.”

Contattaci per avere maggiori informazioni

Contatto commerciale
reCAPTCHA
Consulta la nostra Informativa sulla Privacy

Share This