Ecobonus, OBS Italia come general contractor

5 Gen 2021

Home 9 OBS Incontra 9 Ecobonus, OBS Italia come general contractor

Articolo aggiornato il 29 Marzo 2021

Incontriamo Roberto Colucci, direttore amministrativo OBS Italia, che ci spiega come OBS si propone in veste di general contractor per l’Ecobonus.

Il testo completo dell’intervista

OBS Italia, con la sua divisione Energia, si è mossa in maniera molto decisa, perfezionando le proprie competenze interne che prevedono la progettazione, la realizzazione e la manutenzione post vendita, così da offrire ai clienti un servizio a 360°.

Alla luce degli ultimi aggiornamenti emanati dal Governo sulla tematica degli incentivi: quali sono i punti focali di queste novità?

Innanzitutto facciamo una premessa per quanto riguarda la proroga. Al momento è previsto che gli incentivi scadano alla data del 31 dicembre 2021. Sono state però proposte diverse proroghe e, al momento, quella che pare verrà approvata, è chiamata “6 mesi + 6 mesi”… che porterebbe dunque a gennaio 2023 con la possibilità, per il condominio che ha iniziato i lavori, di ottenere una proroga entro giugno 2022… qualora siano stati realizzati almeno 2 SAL su 3. Avendo così gli ultimi 6 mesi per ultimare i lavori. È bene ricordare però che nulla vi è di certo e che si dovrà attendere l’emanazione della Legge di Bilancio.
Per quanto riguarda le novità, esse sono caratterizzate da quelle che sono le delibere dell’Agenzia delle Entrate in cui si danno risposte a domande poste dai cittadini. Un’altra novità che invece tengo a sottolineare, riguarda i controlli, con una particolare attenzione per il contribuente rispetto a chi affidare i lavori. Su questo sono uscite indicazioni, in Circolari dell’Enea e dell’Agenzia delle Entrate, a proposito di come avverranno tali controlli a campione.
I controlli verranno fatti sulla base di un 5% dei lavori eseguiti e, di questo 5%, un 10% anche con ispezioni in loco. Ciò vuol dire che il contribuente, in una prima fase del controllo, dovrà fornire tutti i documenti, quindi la parte cartacea. A questo io consiglio di affiancare una parte fotografica, con la quale riportare tutti gli stati di avanzamento e i prodotti specifici che si installano. Successivamente si viene avvertiti, con Raccomandata o Pec, con 30 giorni di preavviso, che dei tecnici si recheranno in casa o in condominio per verificare i lavori.

Supponiamo ora che ci sia stata la Cessione del Credito. La responsabilità del fornitore è solo quella di un errato utilizzo del credito. Ad esempio: se devo utilizzare il credito in 5 anni ma lo utilizzo in 4, tale credito mi viene recuperato. Per quanto riguarda, invece, il tecnico che ha asseverato i lavori, egli risponde in base alle sanzioni stabilite, che possono arrivare fino a 15.000 euro… ma avrà poi un’assicurazione che copre tale esborso. Il contribuente, invece, risponde per intero.

Ciò significa che il contribuente sarà tenuto a restituire l’intera somma, anche se ha fatto la cessione del credito, salvo poi rivalersi sul tecnico, qualora vi sia l’accertamento di errata compilazione del documento di asseverazione. Qualora ci sia stata malafede da parte del contribuente ne dovrà rispondere per intero.

Per questo è importante affidarsi a ditte e a professionisti seri perché i controlli ci saranno e potranno portare a grosse sanzioni.

La Divisione Energia di OBS Italia è concentrata sulle tematiche del fotovoltaico e della ricarica elettrica dei mezzi mediante apposite colonnine. Da poco OBS Italia ha stretto un accordo con ENI in merito alla cessione del credito. Quali sono le opportunità per i nostri clienti?

Ricordiamo che OBS Italia entra nel Superbonus attraverso lavori che sono trainanti, cioè propedeutici ad altri lavori. Principalmente il rifacimento del cappotto esterno dell’edificio o la sostituzione dell’impianto di climatizzazione. Se uno di questi lavori viene svolto, gli altri che vengono fatti (come il fotovoltaico o le colonnine di ricarica) possono entrare nel Superbonus. Onde evitare che i nostri clienti debbano cercarsi un intermediario al quale cedere il credito o chiedere alla ditta edile o termotecnica. OBS Italia viene incontro ai propri clienti sottoscrivendo accordi con intermediari finanziari, ad esempio ENI, con i quali ci incarichiamo di svolgere il ruolo di general contractor nella commessa, così da poter fare lo sconto in fattura, e quindi cedere il credito all’intermediario.

Dunque su OBS Italia confluiscono tutti gli aspetti documentali e fiscali da parte degli altri fornitori OBS Italia si incarica di svolgere tutte le pratiche necessarie per acquisire poi il credito del cliente evitando così allo stesso di cercare un intermediario ad esempio banche o assicurazioni, a cui è necessario presentare tutti i documenti di tutte le imprese che hanno svolto i lavori. OBS Italia svolge questo lavoro di ricerca e controllo per conto del cliente, sollevandolo dalle incombenze burocratiche e garantendogli la gestione di tutti… i fornitori avendo un unico interlocutore con cui confrontarsi nei vari stadi di avanzamento dei lavori.

Foto di OpenClipart-Vectors da Pixabay

Altre news

OBS Italia e l’Industria 4.0

OBS Italia e l’Industria 4.0

Si parla da anni di Industria 4.0, con questo termine si intende una nuova rivoluzione industriale dettata dall'integrazione delle nuove tecnologie digitali nell'automazione industriale, con miglioramenti nelle condizioni di lavoro, nell'efficienza produttiva e nella...

Le colonnine di ricarica per le automobile diventano obbligatorie

Le colonnine di ricarica per le automobile diventano obbligatorie

Il D.lgs 48/2020 sul tema dell'efficienza energetica degli edifici ha modificato il D.Lgs 192/2005 introducendo alcune signifficative novità nella costruzione di nuovi edifici e per la ristrutturazione a lungo termine degli immobili. Domotica e impianti speciali per...

Contattaci

Contatto commerciale
reCAPTCHA
Consulta la nostra Informativa sulla Privacy